laura02

L’aura di laura
di Fabio Clerici


Due pepite scure,
ornano il solcato viso,
parlano, amano, abbracciano;
fili di scura seta svolazzano,
all’aria di quest’estate;
serene le parole,
nel fluire dei suoi accadimenti,
donate da morbide labbra;
materno il sorriso,
quando gli occhi si posano,
sull’universo del suo giardino,
della presenza rassicurando
la bianca fedele amica,
accanto accucciata;
la piccola casa in legno,
sogno del suo esistere,
profuma di semplice vita,
appare un raggio di sole,
nel buio della notte,
un vento che spazza
il pregiudizio e
percorre di umiltà
il sentiero di vita;
Laura è una brezza,
leggera e tiepida,
le parole sono canzoni,
la vita le appartiene,
un’aura avvolge le sue membra,
l’infante linea del suo sguardo,
lo scolpito viso,
mostrano divina bellezza,
a più desolante fato
di mai poter in un prato correre;
una sedia son le gambe
e due angeli le sue braccia,
ma Laura vive di percezioni,
sensazioni, sentimenti,
la vita è continua emozione,
e Laura si nutre di essa;
mi allontano dal suo mondo
volgendo un ultimo sguardo,
ai fiori del suo giardino,
alla pacificata rabbia con la vita,
saluto i suoi angeli,
e penso di poter morir contento,
se questo è il paradiso.

Ringrazio l’amico Fabio Clerici per il bel pensiero.

Comments are closed.